EDITORE E DIRETTORE RESPONSABILE

Dott. DANIELE G. MASCIULLO - Classe 1976, è nato e risiede a Galatina, in provincia di Lecce. E' editore e giornalista. Appassionato dell'arte circense, è socio del Club Amici del Circo (C.A.de.C). - Il blog personale è www.danielemasciullo.com

Seguimi

COORDINATORE DI REDAZIONE

ANTONIO JAVIER DI LENA - Classe 1986, si occupa dell’organizzazione del lavoro redazionale definendo i modi, i tempi e gli spazi del giornale. Ha alle spalle 22 anni di collaborazione con vari circhi, teatri di burattini e mostre a tema.

Entra nel vivo il Festival internazionale “Sul Filo del Circo” di Grugliasco

Il Festival internazionale Sul Filo del Circo di Grugliasco, organizzato dal Centro nazionale di produzione blucinQue Nice in collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo e Fondazione Piemonte dal Vivo, entra nel vivo con lo spettacolo più atteso della kermesse, l’anteprima della nuova creazione della compagnia blucinQue diretta da Caterina Mochi Sismondi, Puccini Dance Circus Opera, per coro di corpi e strumenti, che andrà in scena all’interno del Teatro Le Serre, e una ricca programmazione per tutto il fine settimana.

“È un orgoglio essere arrivati alla XXII edizione di Sul Filo del Circo, un festival storico creato dalla Città di Grugliasco che è da oltre 20 anni la nostra casa – spiega Paolo Stratta, direttore generale della manifestazione -. L’edizione 2024 ha un focus particolare su Giacomo Puccini, di cui ricorre il centenario, con spettacoli dedicati alle sue opere e una attenzione particolare all’universo femminile. In scena l’anteprima nazionale di Puccini Dance Circus Opera che, dopo la tappa di Grugliasco, porterà la compagnia blucinQue in tournée a Roma con il Teatro dell’Opera al Caracalla Festival, a Bruxelles, Parigi e Madrid. Tanti, anche, i momenti per il pubblico più giovane, con un laboratorio aperto a tutti e spettacoli per le famiglie, perché le nuove generazioni sono gli spettatori di domani. Un’altra grande novità caratterizza questa edizione: al Parco Le Serre si aggiunge la location del Parco Porporati con lo Chapiteau Nice, una nuova casa del Festival nel cuore della città”.

“Piemonte dal Vivo prosegue anche durante i mesi estivi la sua collaborazione con blucinQue Nice per realizzare insieme un’offerta artistica di livello internazionale dedicata al circo contemporaneo sul territorio regionale. Tanti appuntamenti per rendere i linguaggi di questo settore un momento di incontro per tutta la comunità, partendo dal dialogo portato avanti in questi anni con le eccellenze presenti, al fine di cogliere le opportunità del nostro tempo e interpretarle come occasioni di sviluppo culturale duraturo e sostenibile”, afferma Matteo Negrin, direttore di Fondazione Piemonte dal Vivo.

I biglietti per assistere agli spettacoli, con un costo che va dai 4 agli 8 euro, sono acquistabili su Vivaticket, tramite l’APP del centro di produzione blucinQue Nice o in loco presso la sede del festival e in via Tiziano Lanza 31 a Grugliasco, presso la biglietteria di Fondazione Cirko Vertigo.

Il Teatro Le Serre ospiterà sabato 8 giugno alle 21:30 e domenica 9 giugno alle ore 21 Puccini Dance Circus Opera, per coro di corpi e strumenti, anteprima della nuova creazione di compagnia blucinQue, diretta da Caterina Mochi Sismondi. Un coro di donne in movimento, le donne di Puccini, portatrici di talento e capaci di scegliere e agire per affermare la propria identità, i propri diritti e ideali. Donne che cedono alle debolezze, rimangono spiazzate dalle lotte e dalle vertigini della vita e amorose e cadono per poi rialzarsi e reagire. In scena Elisa Mutto, Sara Frediani, Marta Alba, Iolanda del Vecchio, Rocio Belen Reyes Patricio, con Ivan Ieri. Musica live ed elettronica a cura di Beatrice Zanin. Trio d’archi in scena Irene Dosio, Maria Sandu, Nadia Marino. Lo spettacolo sarà portato in tournée in Italia e all’estero, con il debutto a Roma il 24 e 25 giugno, nell’ambito del Caracalla festival, per poi proseguire la sua tournée a Bruxelles, Parigi e Madrid e tornare in Italia in autunno nella sua forma maior, coinvolgendo un più ampio organico artistico insieme all’Orchestra della Toscana, al teatro Verdi di Firenze, al teatro del Giglio di Lucca e al teatro regio di Parma. Il progetto è realizzato con il sostegno di: Ministero della Cultura, Istituti Italiani di Cultura di Parigi, Bruxelles, Madrid, Xerjoff Group, Sargomma Srl, Mattioli, Emporio Vegetale, CAMS, BLE&ASSOCIATES SRL, FRESIA ALLUMINIO, Fantolino, NOVE, Synergie Italia  e con il patrocinio di APID e API Torino.

Sabato 8 giugno alle ore 15:30 Villa Boriglione, all’interno del Parco culturale Le Serre, ospita la tavola rotonda Circ_Up 2.0, organizzata in collaborazione con ACCI – Associazione Circo Contemporaneo Italia. Al centro della giornata di confronto la professionalizzazione delle giovani generazioni nel mondo del circo contemporaneo, un’occasione di discussione con professionisti del settore di calibro internazionale. L’appuntamento, a ingresso gratuito, è aperto a tutti ed è prenotabile su Eventbrite.

La giornata di sabato sarà animata, dalle ore 16 presso il parco Porporati, da un laboratorio di circo della durata di due ore condotto dagli operatori di Fondazione UCI: un momento di sperimentazione creativa e ludica per i più piccoli. Palline, clave, diablo, rola bola e travi di equilibrio diventano ottimi strumenti per divertirsi insieme in un pomeriggio dedicato al circo in chiave sociale e di comunità. Le attività sono parte del Progetto Sul Filo del Circo lab_Special Social Edition promosso dalla Città di Grugliasco in partenariato con Fondazione Cirko Vertigo e Fondazione Uniti per crescere insieme Onlus grazie al contributo del Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo.

Storie di carta di Arianna Abis farà viaggiare con la fantasia i suoi piccoli spettatori dal pomeriggio di sabato 8 giugno alla sera di domenica 9 giugno all’esterno dello chapiteu Nice nel parco Porporati. Un micro-viaggio tra parole e immagini, sorvolando le terre di leggende e antichi miti. Un piccolo teatro di carta dove l’arte dei cantastorie di strada ancora può vivere nell’incontro degli sguardi.

La sera di sabato 8 giugno si conclude con altri due spettacoli in programma all’interno dello chapiteau Nice. Alle ore 18 va in scena Materiaviva Performance con lo spettacolo Magari, con Emanuela Belmonte e Alessandra Lanciotti: uno spettacolo poetico e buffo che parla con delicatezza della paura di ognuno di noi di rimanere da solo e della difficoltà di comunicare con gli altri. Attraverso il teatro fisico, il clown teatrale, l’acrobatica aerea e la musica dal vivo, le due attrici chiamano lo spettatore ad essere partecipe dell’intimità di un dialogo tanto strampalato e surreale, quanto intenso.

Alle ore 20 è in programma L’imprévu Sidéré di La Voie Ferrée, un valzer in equilibrio sulle scale, un gioco infinito fra due uomini, teneri e assurdi al tempo stesso, che avanzano insieme nel tentativo di raggiungere i loro obiettivi precari ma essenziali. Lo spettacolo sarà in replica alla stessa ora domenica 9 giugno.

Nella giornata di domenica alle ore 17 spazio alle risate con Aereoclown di Materiaviva Performance. Prendete due clown e tanti oggetti con cui farli giocare, sognare, sfidarsi e divertirsi.  Due caratteri diversi, ma con la comune irrefrenabile curiosità per tutto ciò che è buffo, strano o, per loro, incomprensibile. Un gioco travolgente tra due personaggi scatenati e sognanti, in una competizione clownesca che li vedrà a turno protagonisti di imprese da guardare con il naso all’insù.

Alle ore 18:30 presso lo chapiteau Vertigo all’interno del parco Le Serre, segue la compagnia MetaFuori con la presentazione di Studio di Babordi, per la regia di Rita Pelusio. Si tratta di uno spettacolo di circo-teatro ispirato al sistema di telegrafia senza fili di Guglielmo Marconi, di cui nel 2024 ricorre il centocinquantesimo della nascita. Un contemporaneo “Mago dell’Etere” affida al mare i propri pensieri e, attraverso la metafora del naufragio e degli SOS lanciati, svela la storia dei protagonisti, mai così attuali.

La nuova settimana si apre lunedì 10 e martedì 11 giugno alle ore 20 in chapiteau Nice con Et si ça tombe? di Collettivo Acrocinus, uno spettacolo diretto da Camilo Daouk dalle atmosfere minimaliste, dove l’ascolto è fondamentale per una convivenza armoniosa. In scena tre persone si riuniscono in un piccolo spazio immaginario. All’interno differenti oggetti – un tavolo, due sedie e tante palline da giocoliere – portano al gioco fra gli attori, che diventano bambini impegnati, ognuno, nel proprio viaggio intimo.

Mercoledì 12 e giovedì 13 giugno alle ore 20 il festival si conclude all’interno dello chapiteau Nice con Boa, uno spettacolo salvagente di Compagnia Rasoterra. “Sei FELICE?”.  Chiedilo a chi ti sta di fronte, chiedilo a chi hai dentro. A caccia della felicità si può correre tutta la vita senza mai raggiungerla oppure, forse, è dietro l’angolo. Boa è un momento di divertimento istantaneo, ma anche una riflessione su come poter essere felici nella vita. Il porté e la bici acrobatici, la motosega unita all’acrobazia sono le discipline portate in scena da Alice Gaia Roma e Damiano Fumagalli con la direzione di Juliette Hulot.

Nella settimana dal 10 al 13 giugno e nella giornata del 7 giugno, spazio anche agli spettacoli mattutini pensati per i bambini e i ragazzi del territorio grugliaschese e per i centri diurni del territorio. Andranno in scena gli spettacoli Nom’indosso di Collettivo Binario Zero, Exit³ – Vieni con me, che si alternerà con Exit³ – Siamo uno e Bohème NowUn’opera contorta di Accademia Cirko Vertigo, quest’ultimo ispirato a La Bohème di Giacomo Puccini. A completare il quadro, il Nice Tour, un’occasione di incontro e domande alla scoperta delle professioni del circo contemporaneo e sullo Chapiteau Nice. Le attività, gratuite per i giovani utenti, così come il laboratorio di UCI, sono parte del Progetto Sul Filo del Circo lab_Special Social Edition.

 Il Festival Internazionale Sul Filo del Circo fa parte dei festival organizzati dal Centro blucinQue Nice, riconosciuto e finanziato dal MIC e uno dei quattro centri di produzione per il circo contemporaneo riconosciuti a livello nazionale. A partire dal 2022 il centro ha creato una rete di partenariato con le quattro città di Chieri, Grugliasco, Moncalieri e Settimo Torinese, attorno al fulcro del capoluogo di Torino da cui sono nati i Nice Festival, che si sono aggiunti a Sul Filo del Circo, ereditato da Fondazione Cirko Vertigo. blucinQue Nice ha l’obiettivo di creare sul territorio una comunità di spettatori stabile e di promuovere lo spettacolo dal vivo e il circo contemporaneo, permettendo soprattutto alle giovani compagnie di circuitare e confrontarsi con altri artisti di rilievo internazionale. Il Centro nazionale di produzione blucinQue Nice produce e sostiene la Compagnia blucinQue, fondata e diretta dalla regista e coreografa Caterina Mochi Sismondi, punto di riferimento in Italia e all’estero nel settore del teatrodanza e del circo contemporaneo. La compagnia ha la sua sede permanente di creazione presso il Café Müller di Torino. La direzione generale di Sul Filo del Circo è a cura di Paolo Stratta.

Dopo l’estate, durante la quale la compagnia blucinQue sarà impegnata in una tournée internazionale, l’appuntamento è con il Nice festival di Moncalieri, dal 22 al 29 settembre al PalaExpo.

IL FESTIVAL SUL FILO DEL CIRCO DI GRUGLIASCO

È organizzato dal Centro nazionale di produzione blucinQue Nice

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo, Fondazione Piemonte dal Vivo, UCI – Uniti per crescere insieme Onlus

Con il contributo di MIC, Fondazione CRT, Fondazione Compagnia di San Paolo, NovaCoop

Con il sostegno di AiForArt, ACCI

L’Accademia Cirko Vertigo, ospitata nel festival, è riconosciuta da MUR, FEDEC.

Condividi:
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.