EDITORE E DIRETTORE RESPONSABILE

Dott. DANIELE G. MASCIULLO - Classe 1976, è nato e risiede a Galatina, in provincia di Lecce. E' editore e giornalista. Appassionato dell'arte circense, è socio del Club Amici del Circo (C.A.de.C). - Il blog personale è www.danielemasciullo.com

Seguimi

COORDINATORE DI REDAZIONE

ANTONIO JAVIER DI LENA - Classe 1986, si occupa dell’organizzazione del lavoro redazionale definendo i modi, i tempi e gli spazi del giornale. Ha alle spalle 22 anni di collaborazione con vari circhi, teatri di burattini e mostre a tema.

  • Home
  • /
  • Circo contemporaneo
  • /
  • Torna “Circonauta Festival”, il più interessante evento sul circo contemporaneo del Sud Italia!

Torna “Circonauta Festival”, il più interessante evento sul circo contemporaneo del Sud Italia!

Dal 6 al 14 luglio 2024, nel centro storico di Nardò (Lecce), torna “Circonauta Festival”, il più interessante evento sul circo contemporaneo del Sud Italia! Quest’anno festeggia i suoi primi 10 anni, tutti caratterizzati da una programmazione che vede la partecipazione di compagnie provenienti da tutto il mondo con spettacoli in anteprima nazionale o regionale. Anche quest’anno il Festival che si svolgerà su due weekend, durante i quali si alterneranno musica e performances, incontri letterari a tema e tavole rotonde e poi anche workshop e mostre fotografiche sul circo, che trasformeranno il suggestivo centro storico della città di Nardò nel meraviglioso “palcoscenico diffuso”.

Il Festival sarà inaugurato, alla presenza dell’Amministrazione Comunale di Nardò e degli Organizzatori del Festival, sabato 29 giugno alle ore 19:00 presso Piazza Sant’Antonio, Museo della Preistoria con l’apertura delle mostre fotografiche del festival:

“Sguardi sul Circonauta” una collettiva con selezione delle migliori fotografie del Festival realizzate negli anni e curata da Marinella Mazzotta per AltraMarea Produzioni.

“Circus Love” personale fotografica di Sophie Gengotti sul circo.

L’inaugurazione sarà accompagnata da un rinfresco e dallo spettacolo musicale dei Les Trois Lezards e di circo.

La programmazione vera e propria del Circonauta Festival si aprirà invece con la Parata dei Circonauti, una la sfilata degli artisti del festival, la festosa banda di batucada degli AAinjaa e la festosa banda seguita da Loco Brusca, soprattutto tutti vestiti a festa… siete invitati!

Quest’anno il tema del festival è: #FOU!

Il folle è libero e si aggira in città, mescolandosi tra di noi. Ha negli occhi quella luce antica e misteriosa, che caratterizza la lunga stirpe di fools, giullari, reietti. Il folle vive sul sottile confine tra la norma e l’eccezione, ma quel confine è fittizio, mutevole.

Il Festival vuole onorare il padre della moderna psichiatria a 100 anni dalla sua nascita, Franco Basaglia, il quale ha insegnato che “una società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follìa”.

Il #FOU è la mente irregolare su cui si scagliano le paure sociali; ma è anche la scintilla creativa e vitale, lo slancio di libertà artistica. Per l’occasione esperti di circo, scrittori e operatori si confronteranno con il pubblico per analizzare la sottile linea che divide la “follia” dalla sua spettacolarizzazione e, anche, da ciò che si intende per “normalità”.

 

 

La Parata

In questo decimo anno del festival Circonauta sarà per tutti un inno alla follìa, un rito collettivo in cui una pazza onda creativa arriva per le strade e nelle piazze per contagiare tutti, senza distinzione di sesso, età, condizione sociale.
La parata inaugurale dei Circonauti (sabato 6 luglio dalle 19.00), sarà un abbraccio inclusivo a tutta la città di Nardò, una festa partecipata dove tutti sono invitati così che ognuno porti la sua dose di follia!
Un esercito di clown accompagnerà, nelle strade del centro di Nardò, la folle carovana, guidata dal Colonello Loco Brusca, per una scherzosa guerra, per ricordare che l’unica arma che dovrebbe essere inforcata è quella dell’ironia e del sorriso, una marcia di artisti, trampolieri, giocolieri, con un cuore pulsante che batte al ritmo della batucada del super collettivo colombiano AAINJAA. Sono invitati tutti coloro che vorranno festeggiare il Festival!

Il Coral Reef

Il salotto del Festival sarà Piazza Salandra, il “Coral Reef”, dove si terranno gli incontri sui temi del Circonauta.

Il 7 luglio il grande performer argentino Loco Brusca racconterà la sua esperienza professionale e personale che lo ha portato sui palchi di tutto il mondo. Attore, regista, scultore, fotografo, definito come psico-clown e specializzato in performance di strada, circhi, cabaret, strade, teatri, usando il linguaggio del corpo. Utilizzando l’umorismo come strumento di lavoro fondamentale, ha sviluppato uno stile unico che riesce a coinvolgere il pubblico, che rimane stupito, ma sempre attento.

Il 12 luglio la Comunità Capodarco parlerà dell’esperienza AUTISTICI, un incontro per promuovere programmi di informazione per la prevenzione, supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della salute mentale e alle loro famiglie per contrastare la marginalità sociale. I servizi offerti dalla Comunità di Capodarco “Padre Gigi Movia” sono servizi Educativi, Riabilitativi, Socio-Riabilitativi ed Assistenziali. L’approccio globale ai bisogni dell’ospite è centrato prioritariamente sulla cura della persona, sul potenziamento e mantenimento delle autonomie personali, sullo sviluppo di interessi e abilità e sulla valorizzazione delle esperienze realizzate nel campo dell’integrazione e dell’inclusione sociale.

Il 13 luglio Adolfo Rossomando per Circo e dintorni, ci racconterà del lavoro sulla “Rete del Circo” in Italia e sulla diffusione del patrimonio circense.

Adolfo Rossomando è curatore di progetti di promozione della cultura giovanile underground, fonda e dirige dal 1998 di Juggling Magazine, media project italiano dedicato alle arti circensi contemporanee. Managing Editor di opere sulla storia e la cultura delle arti circensi, direttore artistico di rassegne e festival. Fonda e presiede dal 2002 l’Ass. Giocolieri e Dintorni, strutturando i 4 mainproject che oggi caratterizzano il suo ampio range di attività per lo sviluppo del circo contemporaneo (Juggling Magazine, CircoSfera. AltroCirco, Quinta Parete); membro italiano nei maggiori network europei di settore (EJA, EYCO, CircoStrada, INCAM).

Il 14/07/24 Raffaele De Ritis regista e storico di arti circensi, fra i più noti a livello internazionale. Terrà un’appassionante lezione sul circo e la follia. Raffaele De Ritis (Pescara, 1967), laureato in Storia del Cinema, è regista e storico di arti circensi tra i più noti internazionalmente, definito dal New York Times “uno dei leader della moderna creazione circense”. Già assistente di Arturo Brachetti e di Jerome Savary in rivista, prosa e lirica, è consulente di Raitre per circo e magia, ha diretto il “Monte Carlo Magic Stars” al teatro Princesse Grace di Monaco. Ha diretto spettacoli in Russia col Circo Stabile di Mosca, in Canada per il Cirque du Soleil, a Hollywood per il circo Barnum e a Broadway per il Big Apple Circus, e in Europa è tra gli autori di “Florilegio” con i fratelli Togni. In Italia come regista ha collaborato con Raul Cremona, Aldo Giovanni e Giacomo, Silvan e con l’Accademia del Circo. Nel 2001 ha scritto e diretto la pièce “Houdini” per la Biennale di Venezia. Dal 1996 al 2002 è stato membro della Commissione Consultiva per le Arti Circensi presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

 

Le Derive

“Canti delle Sirene e dei Tritoni” in piazza Salandra per la rassegna musicale del festival si alterneranno gli Aainjaa il 6 e 7 luglio, Orchextra il 12, Hill Valley Band il 13 e le Cumbinate il 14 luglio.

Nel chiostro del Museo della Preistoria, è allestita la mostra fotografica “Sguardi sul Circonauta”, dove sono esposte le fotografie più belle realizzate dai vari fotografi che si sono alternati negli anni del festival con inaugurazione sabato 29 giugno ore 19:00.

Presso Insolita Comune è allestita la mostra fotografica, “Sguardi sul Circo”, che ospita la personale sul circo realizzato dalla fotografa Sophie Gengotti, visitabile dal 29 giugno.

I Workshop Durante la settimana del festival invece, si svolgeranno laboratori su discipline circensi dedicati a professionisti e non. Quest’anno Loco Brusca terrà un workshop sulla clownerie e l’improvvisazione: “L’esercito della risata” e i colombiani AAinjaa, ci porteranno verso i coinvolgenti ritmi afro latini come la batucada, il samba ecc..

Mercatino del Palombaro” allestito fra le stradine del centro storico per apprezzare i manufatti artigianali ospitati dal Festival.

Per la promozione del territorio, “I Calici del Circonauta” percorso enologico in collaborazione con alcuni locali del centro grazie alla quale sarà possibile consumare un aperitivo degustando i preziosi vini locali messi a disposizione dal festival.

Insolita Comune, nuovo partner del Festival, il 09/05/24 sulla terrazza nel centro storico di Nardò presenta il libro di Stefano Redaelli in dialogo con Francesca Venturi “Ombra mai più”, Neo edizioni, 2022 (Premio Girifalco 2023 Sezione Follia, Premio Letteraria 2023, Premio Città Cava dei Tirreni 2023, Premio Città di Leonforte 2023).

Insolita Comune nasce come spazio per le arti e per gli artisti, è luogo di incontro fra cultura, creatività e le persone che amano aprire i confini, poiché questi sono laboratori di scambio di valore e di bellezza. Nardò in Via De Michele 9, centro storico.

Stefano Redaelli è professore di Letteratura Italiana presso la Facoltà “Artes Liberales” dell’Università di Varsavia. Addottorato in Fisica e in Letteratura, s’interessa dei rapporti tra letteratura, medicina, scienza e spiritualità. Tra le sue pubblicazioni scientifiche: Psicopatografie. Il racconto della malattia mentale nella narrativa italiana del XXI secolo (Peter Lang, 2023), A 40 anni dalla legge Basaglia: la follia, tra immaginario letterario e realtà psichiatrica (DiG, 2020), Nel varco tra le due culture. Letteratura e scienza in Italia (Bulzoni, 2016). Per la narrativa ha pubblicato la raccolta di racconti Spirabole (Città Nuova, 2008) e il romanzo Chilometrotrenta (San Paolo, 2011). Con Neo Edizioni ha pubblicato i romanzi Beati gli inquieti (Selezione Ufficiale Premio Campiello 2021) e Ombra mai più (Premio Girifalco 2023 Sezione Follia, Premio Letteraria 2023, Premio Città Cava dei Tirreni 2023, Premio Città di Leonforte 2023).

Francesca Venturi è giornalista di lungo corso. Negli ultimi tempi si è occupata per l’agenzia di stampa AGI (Agenzia Giornalistica Italia) soprattutto di questioni internazionali, dopo avere vissuto e viaggiato all’estero per molti anni. Appassionata lettrice onnivora, si è occupata di questioni legate alla follia per mestiere e interesse personale, e appassionata di circo: i suoi figli hanno frequentato la Piccola Scuola di Circo di Milano, e la sua casa è sempre stata fornita di monocicli, palle e birilli da giocoliere e diabolo.

L’incontro dedicato a Stefano Redaelli si inserisce nella Insolita Rassegna Letteraria che si terrà presso Insolita Comune nel centro storico di Nardò.

************

Circonauta è una produzione Associazione Culturale Circonauta. È sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Città di Nardò e Regione Puglia. In collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.

La politica del Festival promuove il coinvolgimento delle realtà locali, che diviene essenziale punto di forza, favorisce la strategia dell’inclusione secondo il principio del “fare rete per un obiettivo comune”.

Accessi agli spettacoli

Il Progetto del Festival Circonauta vuole portare al Sud gli spettacoli più belli e interessanti di Circo Contemporaneo e di teatro di strada, musica e incontri che difficilmente potrebbero arrivare nel lontano Salento e provenienti da tutto il mondo. Circonauta vuole essere un incontro di belle idee ed energie, per questo dedichiamo tanto tempo anche alla formazione per la diffusione della cultura del circo e delle arti in generale. Lavoriamo tutto l’anno, anche per la ricerca di fondi che possano sostenere il progetto. Per questo motivo due piazze su quattro prevedono un biglietto d’accesso, simbolico, ma che contribuisce ad aiutarci a fare del Cartellone del Circonauta uno dei più belli del panorama dei Festival in Italia.

Info

Piazza Vescovato e Largo Sambiasi prevedono l’ingresso a pagamento:
– € 2,00 / 3,00 biglietto unico
– € 1,00 ridotto da 6/12 anni

Prevendite e abbonamenti su: www.liveticket.com
Casse biglietti durante il festival: piazza Salandra, piazza Vescovato, Largo Sambiasi.

 

Condividi:
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.