EDITORE E DIRETTORE RESPONSABILE

Dott. DANIELE G. MASCIULLO - Classe 1976, è nato e risiede a Galatina, in provincia di Lecce. E' editore e giornalista. Appassionato dell'arte circense, è socio del Club Amici del Circo (C.A.de.C). - Il blog personale è www.danielemasciullo.com

Seguimi

COORDINATORE DI REDAZIONE

ANTONIO JAVIER DI LENA - Classe 1986, si occupa dell’organizzazione del lavoro redazionale definendo i modi, i tempi e gli spazi del giornale. Ha alle spalle 22 anni di collaborazione con vari circhi, teatri di burattini e mostre a tema.

Al via la VII edizione del Festival Internazionale “ARTinCIRCO”

Al via la VII edizione del Festival internazionale di circo contemporaneo “ARTinCIRCO” a Ozzano, Castel San Pietro e Minerbio, uno degli appuntamenti culturali più attesi nella città metropolitana per la vasta proposta di spettacoli, concerti, laboratori, incontri e conferenze che dal 2022 è riconosciuta e sostenuta dal Ministero della Cultura per la sua qualità artistica. ARTinCIRCO 2024 accompagnerà il pubblico sino ad agosto con artisti internazionali da Spagna, Grecia, Germania, Argentina, Cile,  Messico e compagnie italiane per un totale di 60 appuntamenti di spettacolo.

Quattro le località coinvolte anche quest’anno: Ozzano (davanti al municipio) dal 21 aprile al 5 maggio (con tendone e punto ristoro), Settefonti (frazione collinare di Ozzano) dal 31 marzo al 26 maggio con spettacoli di circo-teatro all’Agriturismo Dulcamara e uno spettacolo itinerante di circo musicale nel Parco naturale dei Gessi e dei Calanchi dell’Abbadessa, Castel San Pietro l’1 e 2 Giugno in piazza XX Settembre ad aprire l’estate castellana, e Minerbio (piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa) il 16 Luglio e 2 agosto.

La rassegna di anteprima presso il Bio Agriturismo Dulcamara che precede l’inizio del Festival ha già ospitato il 31 marzo e 1 Aprile, Nando e Maila, protagonisti di un inedito Cabaret Circense comico musicale. Domenica 28 aprile, sempre nel contesto della rassegna Dulcamara Circus, il protagonista sarà un buffo Mercante Di Storie, un racconto animato a cura della Compagnia Trame Teatro. La rassegna Dulcamara Circus chiude domenica 12 maggio con La Corda di Gera Circus: uno spettacolo dall’equilibrio precario mantenuto con l’aiuto degli stessi spettatori!

Nel prato davanti al municipio di Ozzano che ospita il tendone da circo – cuore del Festival, il pubblico troverà anche un punto ristoro biologico e giochi creativi con materiali di riciclo, racconti animati oltre a laboratori di giocoleria e acrobatica gratuiti.

Il programma di Ozzano: ad aprire la Kermesse a grande richiesta torna il Gala delle Scuole di Circo dell’Emilia Romagna “New Generation Circus” che presenta al pubblico le eccellenze delle Scuole di circo ludico educativo della nostra regione. Un appuntamento con cui il festival intende stimolare la creatività giovanile e dare un’opportunità di confronto e crescita ai ragazzi e le ragazze che parteciperanno da tutta l’Emilia Romagna.

Per il 25 aprile a Ozzano il Festival propone attività e spettacoli all’aperto dal mattino alla sera e vede protagonisti sotto il tendone gli allievi della Scuola di Circo di Ozzano con la prima nazionale dello spettacolo “La sfida” e gli allievi di Officina Acrobatica con il loro spettacolo “Filigrana”.

Il fine settimana che va dal 26 al 28 aprile si apre in grande stile con la Stramparata: appuntamento al Parco della Resistenza di Ozzano, venerdì 26 aprile alle 17:30, per travolgere insieme alla banda musicale e alla Scuola di circo di Ozzano le vie del paese con una parata piena di colori, musica e giocoleria, a cui ognuno può partecipare con un pizzico di sana follia.

Da venerdì 26 a domenica 28 aprile non perdetevi la Compagnia spagnola Nueveuno che con Sinergia 3.0 propone uno spettacolo di altissimo livello in cui la giocoleria prende vita diventando luminosa. Un viaggio attraverso la poesia del movimento degli oggetti e la loro anima. Nello stesso fine settimana si alterneranno sotto al tendone di ARTinCIRCO anche Simone Romanò, con il suo folle Hop Hop che mescola abilmente giocoleria, verticalismo e manipolazione di oggetti di alto livello, e lo spettacolo di danza col fuoco Equilibrium  della compagnia Yin e Yang.

Il primo maggio ad ARTinCIRCO arriva dalla Germania l’ospite speciale di questa edizione: Joanna Bassi (in copertina e su tutti i manifesti), clown musicale, riconosciuta in tutto il mondo per la sua particolare ricerca sul clown che unisce la musica dal vivo alla comicità. Presenterà un evento speciale che arriva per la prima volta in Italia: un estratto del suo nuovo spettacolo che riflette sull’intelligenza artificiale, arrivata persino a toccare il mondo del clown: un tempo le sue abilità venivano tramandate di generazione in generazione, più di recente sono nate scuole e laboratori per clown, ma oggi le cose sono drasticamente cambiate, oggi c’è l’Intelligenza Artificiale… ecco dunque a voi il primo clown dell’A.I. ! Sempre il primo maggio il festival propone lo spettacolo di micro teatro “Brigitte et le petit bal perdù”: un gioiellino di 10 minuti per 4 spettatori alla volta dentro un teatro in miniatura. C’è anche  spazio per due recite dell’irriverente Francesca Mari (in arte Poppi) con il suo spettacolo “Circo a puà”: prodezze tecniche con clave, palline e un monociclo alto 2 metri e mezzo. Completano questa giornata speciale lo spettacolo La Sfida della Scuola di Circo di Ozzano, la prima nazionale del mediometraggio Dr. Music (protagonisti Nando e Maila) e l’imperdibile Festa dei Palloni Giganti.

Dal 2 al 3 maggio il Festival coinvolgerà anche le scolaresche del territorio con una programmazione di spettacoli che intendono arricchire la proposta formativa e avvicinare il giovane pubblico allo spettacolo dal vivo.

Dal 3 al 5 maggio ARTinCIRCO a Ozzano ospiterà lo spettacolo di danza col fuoco Madame Scintilla di di Gaia Atmen, Mariano Guz di Bubble on Circus con il suo Man in Bubble, due volte Guinnes dei primati con la bolla di sapone più grande mai fatta con le mani, e il giovane Collettivo 6 Tu con performer di altissimo livello di varie discipline: con corda molle, rue cyr e palo cinese, sei giovani artisti raccontano ognuno con la propria specialità circense cosa significa sentirsi parte di un gruppo e crescere insieme: amicizia, esclusione, collaborazione, incomprensione, paura, complicità e fiducia.

Venerdì 3 maggio alle 18:00 ARTinCIRCO ospita un altro appuntamento con Joanna Bassi che si racconta con un appuntamento a metà tra cinema, vita d’artista e conferenza spettacolare: il suo racconto imperdibile intitolato l’Innocence de l’humour.

Torna anche quest’anno, sabato 4 maggio, “Striktly Underground meets ARTinCIRCO”: un ritrovo di giovani da tutta Italia per creare una performance collettiva di Break-dance con Live DJ.

Il festival prosegue per altri due fine settimana a Ozzano ma nella stupenda cornice del Parco naturale dei gessi e dei calanchi della Abbadessa con Il bosco sonoro: la Compagnia Nando e Maila condurrà gli spettatori (solo 40 a recita!) nel bosco di Settefonti, frazione collinare di Ozzano, alla scoperta di suoni, atmosfere magiche in un connubio tra musica, danza circo, impreziosito dall’ambiente naturale che ospita questa performance. La prenotazione è obbligatoria al 342 7736730 e il luogo di partenza del percorso verrà svelato solo al momento della prenotazione. Date: da venerdì 10 a domenica 12 e da venerdì 24 a domenica 26 maggio.

Nel palco allestito all’aperto a Ozzano si alterneranno giovani band locali a cui il Festival dedica il “Premio Personalità”: in collaborazione con l’associazione Archivio Sonoro il Festival offre ai vincitori una giornata in studio di registrazione per sostenere la creatività giovanile. Inoltre, per contribuire a creare un senso estetico nel giovane pubblico, una giuria composta da giovani studenti di teatro, musica e circo, oltre che dai volontari del Festival, assegnerà il “Premio Colpo di Fulmine” allo spettacolo del Festival che trascrive nel vento il palpito dell’essere sospesi.

La kermesse continua durante il resto dell’estate: a Castel San Pietro Terme l’1 e 2 giugno ARTinCIRCO apre l’estate castellana in piazza XX Settembre con giochi e laboratori di circo, una parata accompagnata da una irresistibile batukada e tre spettacoli di circo contemporaneo. Sabato 1 giugno protagonista la compagnia Duo Pigreco con lo spettacolo Fragile in cui due facchini si incontrano tra equilibri instabili nel tentativo di non far andare tutto in mille pezzi. Domenica 2 sarà la volta di Jorik con il suo spettacolo di funambolismo e corda molle “Dai che ce la fai” e a chiudere la due giornate castellane sarà il duo Pyrovaghi con Maktub uno spettacolo decisamente insolito di danza col fuoco che narra la storia di Tancredi e Clorinda.

Il Festival termina a Minerbio in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa che ospita due appuntamenti per tutti i gusti: il 16 Luglio con A Ruota Libera della Compagnia i 4 Elementi che propongono monocicli alti più di 2 metri, numeri di giocoleria con 5 cappelli, bolle di sapone che incantano e improvvisazioni comiche fulminanti e si conclude il 6 agosto con l’artista cileno Mistral che si lancerà in un numero di equilibrismo su un palo cinese sorretto solamente da 4 volontari scelti tra il pubblico.

I biglietti e gli abbonamenti per gli spettacoli a pagamento sono già in vendita online su Diyticket, presso i NaturaSì di San Lazzaro, Bologna (via Po’) e da Omega Store, nel centro commerciale Coop di Ozzano.

Per informazioni

info@artincirco.it  www.artincirco.it

Condividi:
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.